RISPOSTA SONDAGGIO

IL SOVRAINDEBITAMENTO

La perdita del proprio lavoro, un affare andato male, la perdita di un importante cliente per un’impresa o il mancato incasso di una commessa di importo rilevante sono tutti elementi che spesso fanno entrare una famiglia o una piccolissima impresa in una spirale dalla quale non riesce più ad uscire. Subito dopo, mancano le risorse per pagare il mutuo della casa, la banca chiede di rientrare del fido, i fornitori bloccano gli approvvigionamenti perché hanno degli arretrati da incassare.

Inevitabilmente tutti questi creditori insieme busseranno insistentemente alla porta della famiglia o della piccola impresa, iniziando spesso procedure esecutive che, oltre a rappresentare un motivo di profonda frustrazione, rappresentano di fatto la morte della piccola impresa o l’impossibilità per la famiglia privata di risolvere la situazione con dignità.

A volte, peggio, l’urgenza spinge il debitore verso canali di credito “non convenzionali”, facendolo cadere per disperazione in fenomeni di usura che quasi sempre danno al debitore il colpo di grazia finale, spesso con esiti ancor più drammatici.

L’amministrazione di Villastellone vuole aiutare concretamente chi, spesso senza colpa, si viene a trovare in una simile situazione, costituendo in collaborazione con Federconsumatori Piemonte un “Organismo di Composizione della Crisi da Sovraindebitamento” (OCC) per assistere e guidare l’interessato nella soluzione della crisi secondo la legge 27 gennaio 2012, n. 3 e permettere di “ripartire da zero”.


SCOPRI SE INSIEME POSSIAMO SUPERARE LA CRISI...

SEI IN DIFFICOLTA' NEL PAGAMENTO DEI TUOI DEBITI?